Archivio | Ricette RSS feed for this section

Brunch Time! Uova strapazzate nei pomodori.

29 ott

Eggs-in-Tomatoes

Le uova “brouillées” o rapprese, vengono anche dette uova strapazzate, denominazione questa che mi pare la meno appropriata in quanto queste uova non devono essere assolutamente strapazzate, ma devono risultare morbide, lisce e senza grumi! 

Ingredienti per 4

8 uova
8 pomodori di uguale grandezza non troppo maturi
100g panna
burro, sale

La cottura delle uova va eseguita a bagnomaria come si faceva una volta…

Cominciate a prendere i pomodori, togliete la calotta superiore e svuotateli dai semi e dall’acqua. Metterli in una teglia da forno, spruzzarli di sale e condirli con poco olio; infornare a 200° per 6 minuti.
Tagliate 8 crostini rotondi di pane fritto su cui appoggerete i pomodori ripieni di uova.
Preparare un recipiente grande con acqua bollente ed intanto rompete le uova necessarie in una ciotola con aggiunta di poco sale e sbattetele leggermente (Escoffier le sbatteva con la forchetta e uno spicchio di aglio tra i rebbi). Prendere un polsonetto e passarci all’interno circa 50 g di burro. Versare nel polsonetto le uova e porlo a bagnomaria lavorando le uova con una frusta fino ad addensarle formando una crema. A questo punto togliete il polsonetto dal bagnomaria e versate sulle uova un paio di cucchiai di panna, ne arrestano la cottura e mantengono il giusto grado di consistenza. Mescolate la panna con un cucchiaio e aggiungete qualche fiocchetto di burro.
Riempire i pomodori con un cucchiaio di uova brouillées e mandate in tavola!

Insalata di pollo alla piemontese

13 lug

grilled-chicken-salad-400x400

Date le elevate temperature cosa c’è di meglio di una insalata fresca, ma che faccia anche da piatto unico?
Come nobilitare un polletto!

By CUOCHINCASA

Insalata di pollo e patate alla piemontese 

Ingredienti
300 gr.  patate
500 gr.  pollo lesso o petto di pollo
50 gr.    sedano
50 gr     fontina
50 gr.    prosciutto cotto
3            cucchiai di maionese
3            cucchiai di panna
2 cl.       aceto bianco
sale e pepe bianco
 
Preparazione
Il pollo lesso intero è molto più saporito del solo petto, che però si può usare per questa ricetta. Bollirlo in un brodo vegetale di carote e sedano, lasciarlo raffreddare nella sua acqua e tagliarlo a julienne. Nel caso si usasse il pollo intero è necessario togliere tutte impurità: vene, parti nere, tendini e tagliare a julienne.
Sbucciare le patate e tagliarle a cubetti, farle cuocere per 15 minuti in acqua acidulata con l’aceto. Scolare e freddare le patate.
Tagliare gli altri ingredienti a fiammifero.
Raccogliere tutti gli ingredienti in una ciotola, condire con sale, pepe, maionese e panna.
Servire ben fredda.
 
Nell’insalata di pollo si preferisce il sedano ad altre insalate data la maggiore resistenza della fibra. La lattuga, ad esempio, dopo poco tempo perde di croccantezza e annerisce, sostituitela con sognino o foglie di spinacio aggiunte all’ultimo.

Quiche asparagi e salmone

14 mag

salmon-asparagus-and-sour-cream-quiche_r-119943-1-2

Tempo di asparagi, quindi potete utilizzarli anche in questa sontuosa quiche al salmone!

Ingredienti per 6 persone

Per la pasta foncer
500 g            farina setacciata
300 g            burro
1            uovo intero
4            cucchiai di acqua fredda

Per il composto
125 g            salmone affumicato
2,5 dl            latte
5 dl            panna
2            uova intere
200 g        asparagi
50 g            groviera
30 g            parmigiano
pepe di cayenna, sale

Lavorare burro a temperatura ambiente con la farina, unire uova ed acqua, fare un panetto, coprirlo con la pellicola e lasciarlo riposare.
Confezionare una base per quiche cotta a bianco (senza composto) o cruda.
Frullare il salmone con il latte. Unire la panna, le uova, il groviera tagliuzzato e il parmigiano. Regolare di sapore con il pepe di cayenna.
Tagliare gli asparagi a rondelle e rosolarli in padella con l’aggiunta di poco olio fino a raggiungere la cottura desiderata. Aggiungerli al composto e disporre il tutto nella base.

Cuocere al forno a 160°-170°.

Polpettine di Carciofi

17 feb

carciofo

Per Valentina, sempre alla ricerca di nuove ricette sulle polpette!
Adesso i carciofi sono nel loro massimo splendore! Comprateli al mercato, portateli a casa, metteteli in un vaso come decorazione, fatevi una cruditè appena condita, friggeteli… oppure preparate queste deliziose polpette!

Polpettine di carciofi su fonduta di ricotta di bufala al basilico

Ingredienti per 4

Fonduta

300 gr di ricotta di bufala
30 gr di burro
300 gr di latte
3 tuorli
basilico
 

Polpettine

6 carciofi
300 gr di provola o mozzarella asciutta
100 gr di parmigiano
mollica q.b.
2 tuorli
pane grattugiato
olio per friggere
sale, olio, aglio, mentuccia

Pulire bene dai fili i carciofi.
Stufare i carciofi con sale, olio, prezzemolo o mentuccia.
Quando sono freddi tritarli finemente insieme alla provola.
Impastare con il parmigiano, la mollica di pane e i tuorli.
Formare delle palline, infarinarle, passarle nell’uovo, impanarle e friggerle.

Fonduta (15 minuti)
Sciogliere a bagnomaria il burro in una casseruola, unire il latte e far riscaldare, aggiungere la ricotta e scioglierla bene con la frusta, unire uno per volta i tuorli. (80°) (troppo liquida si scompone).
Salare, pepare e lasciare cuocere, unire alla fine il basilico.
Mettere sul fondo del piatto la fonduta e poggiarvi sopra le polpettine di carciofi.

 

Ricetta del Golden Milk

2 feb

curcuma

Pasta di curcuma

60 g curcuma in polvere

½ cucchiaino da tè di pepe nero macinato al momento

1 cucchiaio cannella in polvere

1 cucchiaio di zenzero in polvere

1 cucchiaino di olio di cocco o di mandorle dolci

120 ml acqua

1 cucchiaino miele

 

Scaldare l’acqua, la polvere di curcuma e la polvere di zenzero in un pentolino a fuoco basso mescolando sempre.

Quando si forma la pastella, dopo 2 o 3 minuti, aggiungere un pizzico di pepe nero macinato al momento che favorisce l’assorbimento della curcumina da parte del nostro organismo; farla raffreddare in un vasetto di vetro con il tappo e conservare in frigorifero fino a 40 giorni.

Per preparare la bevanda versare in 1 tazza di latte (anche di riso o di avena) 1 cucchiaino di pasta di curcuma, scaldare appena e aggiungere miele e olio di mandorle. Spolverare con cannella e bere!

 

A cosa serve il Golden Milk

  • Cura il mal di schiena, lubrificando la colonna vertebrale e riducendo le infiammazioni. Allevia i dolori muscolari e articolari in genere, quindi è molto indicati per gli sportivi, di tutte le età.
  • Riduce l’infiammazione nell’organismo. Contrasta l’artrite e l’ulcera gastrica.
  • Depura il fegato e disintossica l’organismo. Stimola la digestione intestinale ed in particolare, per la sua azione sul processo biliare, attiva la digestione dei grassi.
  • Allevia i problemi respiratori dovuti alle infezioni batteriche e virali. È utile anche per chi offre di sinusite. Perfetto in caso di tosse e raffreddore, grazie anche alla presenza di miele e cannella.
  • Dona sollievo alle donne che soffrono di dolori mestruali perché agisce come antispasmodico naturale.
  • Aumenta le difese immunitarie dell’organismo e ha proprietà antibatteriche, antivirali e antifungine. La sua assunzione è particolarmente consigliata nei cambi di stagione.
  • Mantiene attivo il metabolismo, quindi favorisce il mantenimento del giusto peso corporeo.
  • Riduce i livelli di colesterolo nel sangue, ed è una bevanda adatta alla prevenzione dei problemi cardiovascolari.